Il Grid computing, come ripartire il calcolo di dati tra più server.

by admin Email Condividi su Facebook:



Grid computing o i "sistemi Grid" sono sistemi di calcolo distribuito, impiegati nelle situazioni di calcolo di grandi quantità di dati e di informazioni, effettuati spesso con algoritmi di calcolo complessi e che richiedono grandi risorse hardware e di calcolo. Il Grid computing permette, mediante complessi software, di gestire più macchine per analizzare in modo distribuito ingenti quantità di dati che spesso, anche se ripartite su migliaia di macchine, richiede comunque tempi molto elevati per il completamento del calcolo.

Tali sistemi permettono la ripartizione coordinata di risorse di calcolo all’interno di un’organizzazione virtuale delle risorse a disposizione.

il Grid Computing ("Grid" da Griglia, ad immaginare una distribuzione su più nodi del calcolo necessario),  è impiegato quotidianamente in progetti di ogni tipologia e nelle forme più disparate. Un'esempio del Grid Computing pratico è quello operato nel sequenziamento del DNA in cui la potenza di calcolo delle macchine ha rivestito un ruolo di primaria importanza nei tempi di completamento di un'opera impossibile senza un sistema Grid.

Grazie all' organizzazione virtuale (Virtual Organization, abbreviata spesso con VO) si è riusciti a risolvere calcoli complessi necessari alla soluzione di problemi scientifici, ingegneristici ed economici.

Il Grid Computing negli anni si è evoluto anche grazie ad internet ed ha permesso come nell'incredibile esperimento Social GRID mondiale del progetto SETI@home di operare calcoli impensabili anche con le più potenti griglie messe a disposizione del governo americano. Il progetto SETI (Search of Extra Terrestrial Intelligence) è il progetto che ha permesso a tutti i possessori di un computer di tutto il mondo, di prendere parte alla complessa elaborazione di dati provenienti dai grandi radioscopi che hanno sondano perpetuamente lo spazio interstellare alla ricerca di segnali radio o di altra natura provenienti da altri mondi civilizzati.

Scaricando un semplice software, ognuno di noi può utilizzare la potenza di calcolo del proprio computer per analizzare pacchetti di dati che il server centrale del SETI invia ai vari client connessi ad internet nel mondo, restituendo al server centrale tutte le informazioni e gli esiti dell'elaborazione dei singoli pacchetti.

Il Grid computing viene messo in opera anche all'interno di aziende che lavorano nel campo della grafica e della realizzazione di animazioni in 3D, come nel cinema digitale, in cui più macchine interne alla stessa azienda o dislocate in apposite Server Farm, si dividono il duro compito di renderizzare i modelli 3d disegnati dai progettisti.

 


Resta aggiornato cliccando su Mi Piace

Condividi su Facebook: