L'amministratore di condominio: compiti e requisiti

by davide prandini Email Condividi su Facebook:



Gli amministratori di condominio sono figure, previste dal nostro Codice Civile, che fungono da organo esecutivo. La figura dell'amministratore è stata recentemente modificata a seguito della riforma del condominio. L'amministratore deve essere obbligatoriamente nominato quando i condomini sono in numero maggiore di nove e la sua carica dura finché non viene revocata la nomina.

Per quanto riguarda i requisiti è importante rimarcare che, a seguito della riforma del novembre 2012, l'amministratore deve soddisfare una serie di requisiti quali ad esempio il superamento di un esame, la partecipazione ad attività formative e il possesso del diploma di scuola superiore. Per svolgere questa attività è inoltre richiesta una polizza di responsabilità civile a menp che l'amministratore non sia uno dei condomini.

Per quanto riguarda le competenze l'amministratore di condominio dovrà essere in grado di svolgere una serie di attività che richiedono conoscenze tecniche specifiche come ad esempio:

  • occuparsi della contabilità redigere i regolamenti condominiali (maggiori approfondimenti nella pagina redazione regolamenti condominiali);
  • gestire la manutenzione delle parti comunicare seguire eventuali progetti di ristrutturazione nonché interventi ordinari e straordinari sull'edificio;
  • rapportarsi con artigiani e ditte che eseguono i lavori;

Per questo motivo è importante che l'amministratore abbia competenze di natura amministrativa e giuridica nonché nell'ambito della valorizzazione immobiliare. Vediamo di seguito quali sono gli obblighi dell'amministratore di condominio:

  • regolamentare l'uso delle cose e dei servizi comuni in modo che tutti i condomini ne possano godere pagare le spese per la manutenzione e riscuotere eventuali contributi;
  • fare il rendiconto annuale della propria gestione occuparsi degli atti conservativi relativamente alle parti comuni dello stabile.

La recente riforma ha inoltre introdotto nuovi obblighi per gli amministratori: l'apertura di un conto corrente intestato al condominio nonchè la tenuta dei verbali dell'assemblea.


Resta aggiornato cliccando su Mi Piace

Condividi su Facebook: